L’anatomia dell’occhio

 

Dell’occhio ciò che vediamo dall’esterno è rappresentato dalla cornea, trasparente, dietro a cui si vede l’iride, che determina il colore degli occhi, ed al centro un foro, la pupilla, che permette l’ingresso della luce.

L’occhio è uno sferoide di circa 23 millimetri di diametro. E’ costituito da tre strati principali:

bulboLa tunica esterna costituita da

  • cornea
  • sclera

L’intermedia o uvea, costituita da

  • iride
  • corpo ciliare
  • coroide

La tunica interna costituita dalla retina

 

All’interno contiene, partendo dal davanti:

la camera anteriore, contenente umor acqueo

il cristallino, la lente principale per la messa a fuoco

il corpo vitreo, che occupa la cavità posteriore dell’occhio la cui parete interna è la retina

La sclera costituisce la scheletro fibroso dell’occhio, ha uno spessore variabile da 1,3 a 0,3 millimetri, si continua posteriormente con la guaina del nervo ottico ed anteriormente, al limbus, con la cornea. Alla sclera si ancorano i muscoli oculari estrinseci che provvedono ai movimenti oculari.

L’uvea, costituita da coroide, corpo ciliare ed iride, è uno strato costituito da vasi sanguigni e da tessuto connettivo.

La coroide ricopre tutta la superficie posteriore dell’occhio, fra la sclera e la retina, ed ha il compito di nutrire quest’ultima. E’ costituita da vasi sanguigni di grandezza decrescente dall’esterno all’interno, con lo strato più interno, la coriocapillare, a stretto contatto con l’epitelio pigmentato della retina, separata da esso dalla membrana di Bruch.

Il corpo ciliare, posto dietro all’iride, provvede ad alcune funzioni essenziali per il funzionamento dell’occhio: produce l’umor acqueo che determina la pressione dell’occhio, mantiene in posizione il cristallino ancorato attraverso le fibre della zonula e regola la messa a fuoco deformando il cristallino attraverso l’azione del muscolo ciliare.

L’iride, membrana vascolare e pigmentata posta al davanti del cristallino, provvede a regolare la quantità di luce che entra nell’occhio attraverso la regolazione del diametro della pupilla e determina il colore degli occhi.

Per le altre parti dell’occhio vedi le pagine dedicate.

Lascia un commento